02-09-2010
ProfessionalitÓ e umanitÓ
di   Simona Bongiorno
Salve,

Io e mio fratello Domenico, volevamo ringranziare il prof. Macchiarini per la professionalitÓ e umanitÓ che ci ha dimostrato.

Il prof. Macchiarini Ŕ una persona che si Ŕ sempre reso disponibile sia con i malati che con i familiari del malato (in qualsiasi ora), a trovare una strada che possa permettere al malato di vivere il tempo che ha, con uno stile di vita accettabile.

Vi sono patologia come quella di mio Fratello "Recidiva sarcoma sinoniale fibroso del pericardio", gia operato nel 2008 e sottoposto a chemioterapia e successivamente nel 2009 recidivato, che sono difficili da trattare, in cui bisogna capire qual'Ŕ il bene per il paziente. Lui l'ho ha fatto.

Noi siamo arrivati da lui con la speranza che lo avrebbe operato.
Alla domanda "andrÓ tutto bene?" ci disse subito "ora effettueremo degli accertamenti e in base al loro risultato si deciderÓ. Non si pu˛ speculare sulla salute del malato". Fin da subito Ŕ stato schietto e onesto.

Gli accertamenti furono eseguiti in regime di ricovero all'ospedale Careggi di Firenze dove Ŕ stato sottoposto a scrupolosi esami.
Purtroppo gli accertamenti hanno indicato che l'operazione (che il prof. avrebbe potuto fare) sarebbe stata molto invasiva per mio fratello, valutando anche i rischi del post operatorio, e questo lo ha portato a prendere la decisione di non operarlo, ma indirizzarlo ad eseguire altre terapie chemio/tomoradioterapiche, che pur essendo anch'esse pesanti gli stanno permettendo di poter godere ancora della presenza dei suoi figli ed avere uno stile di vita per le sue condizioni "accettabili".

Questo Ŕ il prof. Macchiarini un medico che pensa al malato nella sua totalitÓ.

Io credo che il nostro paese ha bisogno di persone come lui, uomini che dedicano la loro vita alla ricerca di nuove tecniche sia chirugiche che mediche, che sono disposti a divulgare le scoperte e la propria preparazione alle nuove generazioni di medici, continuando a mantenere la loro UmanitÓ.

La speranza del nostro paese Ŕ la ricerca. Essa deve essere sostenuta e ben vegano persone come il prof. Macchiarini.

Grazie

Simona Bongiorno

                                                                                    Torna ai contributi
Paolo Macchiarini